Fermo 2003

sabato, aprile 30, 2005


_

Scusate la mia prolungata assenza, ma, .....i soliti motivi!!!
Ho letto gli ultimi post, e devo dire che sono molto interessanti: qualcosa di più volevo cercare di capire sul social bookmarking: si tratta di comunità di classificatori (fai da te) che poi condividono le loro classificazioni e le loro "biblioteche virtuali" fatte esclusivamente dalle pagine web che ognuno salva tra le sue preferite? Chiedo aiuto, anche perchè il mio inglese non mi ha aiutato molto ("Where's the pen? The pen is on the table)
Visto poi che siamo in tema di richieste, ne avrei anche un' altra: ultimamente sto approfondendo lo studio del modello FRBR per la biennalizzazione dell'esame proprio di Teoria e tecnica di catalogazione del libro e delle risorse elettroniche. Durante le mie ricerche ho trovato alcuni "esperimenti" e tentativi di applicazione ai cataloghi (0 "FRBRization", ocielcianamente parlando), oltre a quello di RLG, già citato da questo blog:

Se qualcuno è a conoscenza di altre applicazioni o di notizie interessanti sul modello, sarei felicissimo se le pubblicasse.


mercoledì, aprile 27, 2005


_

Qualche volta può essere interessante vedere le cose da altri punti di vista. Ad esempio data una risposta quale sarà la domanda? Per saperne di più si può giocare con Indovina Google

domenica, aprile 24, 2005


_

Sull'ultimo numero di Dlib si parla di social bookmarking : "the increasing availability of digital materials on the Internet, along with automated services such as search engines, has made it possible for people to discover and access more information, by themselves, minute for minute, than ever before. In addition, the Web is enabling the creation of personalized – yet networked – collections of materials and services that in some ways resemble library special collections".
L'idea di fondo è quella di condividere un sistema di classificazione che si costruisce liberamente a partire dalle etichette effettivamente assegnate dalle persone ai documenti (folksonomy): per esempio del.icio.us ...

mercoledì, aprile 20, 2005


_


In questo periodo mi sto occupando di sistemi di generazione automatica di metadati. Confesso che ho sempre guardato con sufficienza le macchine che pensano o fanno scelte al posto dell'essere umano. Tutti ricordano racconti di macchine che traducono da una lingua all'altra con esiti infelici, del tipo: "lo spirito è forte, ma la carne è debole" che viene tradotto in russo con una espressione che letteralmente significa "il vino è buono, ma la bistecca lascia a desiderare".

Lo studio promosso dalla Library of Congress (AMeGA -Automatic Metadata Generation Applications) o iniziative come Describethis mi stanno facendo cambiare idea.

Tra "catalogare tutto" e "lasciamo fare tutto a Google", forse il futuro del controllo bibliografico universale sta in una intelligente (e laica) cooperazione tra (semplificando) :

  • creazione di metadati ad alto valore aggiunto (la catalogazione tout court del professionista);
  • creazione di metadati alla fonte (con tutta la mancanza di terzietà e affidabilità che conosciamo ...);
  • generazione automatica di metadati (tra l'altro per alcune tipologie di metadati l'affidabilità è molto elevata - per esempio la determinazione automatica della lingua di un testo );
  • motori di ricerca.

Nell'immagine: Fermo 2003 catalogato in Dublin Core da Describethis


lunedì, aprile 11, 2005


_

Ciao! Faccio anche io gli auguri alle nostre care laureate, che sono state davvero brave e pazienti! Sono proprio contenta per loro, anche perchè sono le prime laureate della nuova riforma sulla laurea triennale... in Scienze dei Beni Culturali!
Voglio inoltre ricordare due seminari che ci saranno presso la nostra sede universitaria di Fermo in questi giorni:
- il primo, sarà domani 12 aprile su "Le vicende della vita. Memorie e ricordi a confronto in casa Mondadori" nel quale interverrà Gianfranco Tortorelli
- il secondo su "Sistemi di fonti per lo studio della storia dei partiti. Archivi e risorse telematiche" con Gerardo Nicolosi.
Vi volevo invitare anche a "confrontarci" sul blog, se volete, dove esprimiamo il nostro giudizio... .
Volevo chiedere anche, sempre se vi piace l'idea, di segnalare dei corsi "simpatici" di aggiornamento per la professione. In realtà è quello che già stai facendo tu, Michele, ma non sarebbe ancora più bello inserire proprio dei "link sulla professione", su corsi o appuntamenti? Ditemi la vostra... .
L'ultima parola sarà certo quella di Giovanni... il nostro "supervisore". ;-)
Saluti a tutti.

sabato, aprile 09, 2005


_



Stavo per dimenticare una cosa importante. Faccio i miei più sentiti auguri e festeggiamenti per alcune nostre amiche blogger che si sono recentemente laureate.
Nella giornata di ieri, infatti, Caterina Ameno, Mara Mazzoni, Francesca Pezzuoli e Angela Pizzella si sono prese il tanto sudato pezzo di carta in Conservazione dei Beni Culturali.
Congratulazioni alle neo-dottoresse.
Spero di non aver dimenticato qualche altro amico, ma, purtroppo, avevo notizia solo della loro laurea.
Ciaooo


_

Ciao a tutti! Non pensiate che, anche se non posto da un po' di tempo, mi sia dimenticato di voi. E' solo che sono ultra impegnato qui al MICSU con i 1000 e più progetti di ricerca che ci danno ogni giorno. L'ultimo è sull'E-learning e i Media. Avrei pensato di citare anche l'esempio del nostro Fermo2003 se voi mi autorizzate. Intanto ho trovato alcune cose interessanti sulle possibili futuri applicazioni di questa idea. Il caso del nuovo progetto di Bio e-learning lanciato nel Dicembre 2004 da 5 Regioni italiane con la collaborazione di CINECA ed altri enti è emblematico.
Un saluto a tutti i collegati e alla prossima!!!
Michele

mercoledì, aprile 06, 2005


_

Mi associo al dolore di Silvia per la scomparsa di un papa e di un uomo che rimarrà di sicuro a lungo nella nostra memoria, e che è stato anche tra i protagonisti del nostro amato blog .
Buon "Dies Natalis"

martedì, aprile 05, 2005


_

...A proposito di ottimismo volevo esprimere una "nota di tristezza" che mi ha procurato la morte del caro e amato Papa Giovanni Paolo II°.. che amava la pace, i giovani. Non hanno ascoltato molto le sue parole, le sue grida ma... con la sua fragile esistenza ha commosso e rapito il cuore e la mente di persone di tutto il mondo.
Il dolore ed il ricordo, il pensiero a lui è personale e non annoierò nè voglio annoiare nessuno con questi pensieri ma... mi sembra dovuto per un blog, una tra le tante ed innovative risorse, rivolgere un pensiero a lui - credenti o meno - .
Ormai i media ci stanno "assediando", tormentando con notizie su Roma e l'ultimo saluto... così ho pensato al nostro Fermo2003, sempre aggiornato... .
In questi giorni, mi sento solo di scrivere e pensare a questo, al nostro futuro, a chi potrà prendere le redini... a chi potrà ancora gridare "pace" e non guerra... .
In realtà pensavo anche alla catalogazione delle congregazioni religiose e alle RICA che me lo ricordavano... così... tutto mi porta a pensare così, pensieri tristi e pessimistici, ma son sempre pensieri.
Ciao a tutti

Loading...
More about the Book Bar