Fermo 2003

domenica, novembre 30, 2003


_

Questa biblioteca - Mezzolombardo - davvero vende i suoi libri. Non tutti ma quelli vecchi ed obsoleti che, per diversi motivi, non sono più utili agli scopi della biblioteca. «Il nostro è un centro di lettura, non un archivio - afferma la responsabile della biblioteca, Anita Rinaldi - e quindi con una certa periodicità facciamo questi mercatini per mettere in vendita i libri che non vengono più richiesti e quelli che, per vari motivi, sono inutilizzabili e obsoleti».

La Britsh Library - che invece ha altri scopi rispetto a una biblioteca pubblica - non vende invece nessun libro (come faceva pensare l'articolo della Reuter). Grazie all'accordo in Amazon.co.uk possiamo ora trovare anche il catalogo della British Library. Sulle notizie solo a catalogo l'utente può:

  • fare un'offerta (p. es. lo vorrei anche in non buone condizioni per un massimo di 50 euro);
  • mettere la propria copia in vendita.

Questo esempio lo mostra chiaramente

giovedì, novembre 27, 2003


_

Comunicazioni in vista del finesettimana: prima di tutto, segnalo che domani è la giornata del non consumo;infine, per gli amanti della musica alternativa, raccomando il M.E.I., da sabato in quel di Faenza.Buon finesettimana a tutti.


_

ecco il mio primo "segnale di fumo"!

mercoledì, novembre 26, 2003


_

A volte ritornano! Dopo un periodo di latitanza ingiustificata sono di nuovo qui! Veniamo ora al motivo per cui sono riapparso. Questa notizia della British library che vende alcuni dei suoi libri la trovo molto interessante. E' indicativo sopratutto il fatto che si sia affidata ad Amazon.com per la vendita. La scelta non è sicuramente casuale perchè questa è, senza dubbio, la più importante libreria della rete. E' ,anche, vero che la vendita di libri da parte di una biblioteca fa sempre un certo effetto. In questo caso si parla, addirittura, di qualche milione dei volumi. Non ho dubbi, però, che la British Library utilizzerà i soldi ricavati dalla vendita di questi libri per l'acquisto di nuovi documenti. Non c'è nulla di cui preoccuparsi quindi. Sono convinto, anzi, che le nostre biblioteche potrebbero sfruttare questa occasione per colmare eventuali lacune dei propri patrimoni! Certo i libri messi in vendita sono solo quelli con ISBN e, quindi, pubblicati dal 1970 in poi, ma, data la vastità del patrimonio messa a disposizione degli acquirenti, si riuscirà, sicuramente, a trovare qualcosa di interessante.
Un saluto a tutti i collegati!!!
Michele


_

Ciao a tutti, sono Samantha. Finalmente sono arrivata a Fermo2003


_

Aspettiamo l'arrivo su questo weblog di Samantha e Martina.


_

C'è un bel mob in allestimento: partecipiamo?La censura ci tocca anche molto sul professionale o no?

martedì, novembre 25, 2003


_

Scusate la dimenticanza.La mia fonte sono le news della British Library.Per il resto, apprezzo molto una collaborazione che potrebbe servire per aprire all'utenza i cataloghi (pre-ISBN) delle biblioteche pubbliche; nello stesso tempo sarebbe auspicabile un più forte tentativo "dall'interno".


_

Da questo articolo risulta più chiaro l'accordo tra Amazon e British Library. Manlio potrebbe quindi completare la sua riflessione (oltre che citare la sua fonte).

lunedì, novembre 24, 2003


_

"This a good news not only for Amazon.co.uk customers, ..., but also for Amazon.co.uk sellers." "A wonderful way to make our catalogue data relevant and available to an even wider audience." Peggio vendere i propri libri o la propria catalogazione? Non esiste un modo migliore per avvicinare il pubblico ai propri cataloghi?


_

La British Library vende i suoi libri?. Da questo articolo sembrerebbe di si.

venerdì, novembre 21, 2003


_

Che faticaccia la digitalizzazione!!!!

mercoledì, novembre 19, 2003


_

Saluti da Spoleto

lunedì, novembre 17, 2003


_

Curiosando tra i blog in concorso - quello segnalato da Glenda - questo post è davvero interessante.
Mai fidarsi delle promesse di chi vende software ...
"Questo software è innovativo e allo stato dell'arte traduzione. è un ammasso devastante di codice scritto con strumenti che non sapevamo ancora usare. vi scoppierà in mano. però ci siamo divertiti molto a farlo. buona fortuna"


sabato, novembre 15, 2003


_

Software open source per biblioteche: vengono presentati quattro progetti. Cito da uno di questi (PMB):
" Le projet est de réaliser un SIGB (Système Intégré de Gestion de Bibliothèque) entièrement libre. Le terrain des logiciels de bibliothèque est presque exclusivement occupé par des produits propriétaires. Nous sommes quelques bibliothécaires, utilisateurs et développeurs à déplorer cet état de fait"

venerdì, novembre 14, 2003


_

Un nuovo premio per blogs. Non certo per quelli famosi, infatti le categorie sono davvero divertenti e decisamente alternative. Una possibilità ai meno noti per farsi conoscere.


_

Complimenti ai ragazzi di via capuzi . Dai ragazzi di via Panisperna a quelli di via Pal passando per ...



domenica, novembre 09, 2003


_

Grandioso!!! I ragazzi della via capuzi si sono dati da fare e, alla fine, hanno partorito un bellissimo sito! Ora tutto il mondo del web potrà conoscere le peripezie di questo folle gruppo di amici!!!
Per saperne di più basta cliccare qui Via capuzi for ever
Un saluto a tutti i collegati!
Michele

martedì, novembre 04, 2003


_

Per chi si annoia durante le lezioni all'università o ai convegni si sta diffondendo un piacevole passatempo: il BUZZWORD BINGO. Si può trovare in inglese oppure in italiano

domenica, novembre 02, 2003


_

Materiali per l'incontro di mercoledi' prossimo:
  • metadati e risorse digitali (vedi la seconda parte dei materiali dell'ultimo incontro);
  • il web invisile e i webopac;
  • il progetto Open Worldcat;
  • il progetto RedLightGreen.
    Buon lavoro.

  • _

    Qualche cambiamento alla presentazione di Fermo2003.
    Nella colonna di destra l'indice di alcuni weblog informativi (non solo per bibliotecari e non solo in inglese) ottenuto grazie a RSS e XML.
    Proposte, commenti ecc. cercasi ...


    Loading...
    More about the Book Bar